05 novembre 2006

Mi ricordo i mangiadischi della Lesa

Azzurro e bianco. Con la rotella nera per regolare il volume ed una levetta rossa che serviva per spostare la velocità da 45 a 33 giri. Forse si chiamava addirittura Lady o qualcosa di simile. Mangiava instancabilmente dischi. Prima quelli delle Fiabe Fabbri Editori, che si chiudevano immancabilmente con la canzone "....il disco fa click e vederete tra un po' si fermerà....fermerà...." e poi quelli di musica VERA! I 45 giri degli anni 70. Il disco veniva spinto leggermente e .... spariva al suo interno. Mangiato. E ti chiedevi ed ora? Ora partiva la storia affascinante. Prima su un lato e poi..... Spingi il tasto nero e gira per sapere come va finire. Spingi il tasto nero e puoi sentirne un'altra. La levetta rossa permetteva di creare magici effetti, le voci dolci che raccontavano le fiabe sui 45 giri, diventavano degli strani vocioni a 33. Potevo sentire dei vecchi dischi di mia madre e di mio padre che ancora conservo: Aurelio Fierro e tanti altri di cui non ricordo più il nome. Potevi portarlo ovunque, grazie alla sua maniglia che serviva anche da appoggio e grazie alle grandissime pile le "torce" enormi, rotonde, pesanti. Ma si useranno ancora? Il mio mangiadischi Lesa ancora funziona!!!! Mi ricordo di Spalluzza

8 Comments:

Blogger melpunk said...

mai avuto
c'era il giradischi a casa

8:39 PM  
Anonymous Anonimo said...

io aevo anche il giradischi, ma quello era del mio papà.
Era una valigetta. Si papriva il coperchio e spuntava fuori il piatto con la sua gomma ocra. Il braccio bianco che sembrava quasi avorio con una levettina rossa che permetteva di cambiare la velocità da 33 a 45 a 78.
I lati della valigetta erano gli altoparlanti che si potevano staccare e mettere ad una certa distanza ma..... questo è un altro mi ricordo!
spalluzza

12:09 AM  
Blogger melpunk said...

spalluzza
eh si mi sa che ti tocca!

1:42 PM  
Anonymous Anonimo said...

me ne è venuto un altro...!

3:43 PM  
Anonymous Anonimo said...

per il giradischi devo prima verificare una cosa e poi ti faccio sapere
spalluzza

p.s.: ero io anche prima!

3:44 PM  
Anonymous Pannonica said...

mi ricordo il giradischi nella valigetta (che all'esterno era grigia e verde)come quello descritto spalluzza, ma in più in quello dei miei c'erano anche i 16 giri...
ma per me era off limits.
io avevo il mio bel mangiadischi arancione e non dovevo neanche avvicinarmi al giradischi, custodito come un sacrario.

6:11 PM  
Anonymous didola said...

ricordo il giradischi che "regalò" selezione del readers digest, bastava pagare la prima rata e il gioco era fatto.

11:11 AM  
Blogger melpunk said...

dido
è vero!!!!!!

4:29 PM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home